Recensione Nokia 2

Ero molto curioso di provare questo Nokia 2, poichè nonostante sia lo smartphone più economico prodotto finora da HMD Global possiede alcune caratteristiche molto interessanti.
La prima cosa che ho fatto quando ho ricevuto il terminale è stato aprire la scatola, mettere da parte lo smartphone per vedere il contenuto della sua confezione di vendita ed ho trovato oltre che alla classica manualistica, un cavo usb-micro usb ed un’alimentatore da 5 V/2 A ed ho trovato anche delle cuffie auricolari. Parliamo ovviamente di cuffie di qualità abbastanza bassa ma comunque mi ha fatto piacere trovarle, soprattutto poiché ultimamente molte aziende non le inseriscono in smartphone che costano anche 3 o 4 volte tanto questo Nokia 2.

Poi ho preso il dispositivo in mano e sono rimasto colpito anzitutto dal suo peso non proprio contenuto di 163 grammi ma anche dalla sua robustezza.
Il frame laterale è realizzato in alluminio e nel retro abbiamo una back cover in policarbonato che potremo estrarla per accedere ai vari vani per l’inserimento delle SIM e dell’espansione della memoria interna. Il dispositivo è certificato IP 52, dunque è resistente agli spruzzi d’acqua e alla polvere, mentre frontalmente abbiamo un vetro Gorilla Glass 3.
Peccato per l’assenza di un sensore di impronte digitali, che si poteva benissimo posizionare sotto al display per poter sfruttare le sue cornici generose.

Dopo ho configurato lo smartphone ed ho subito notato che il display da 5 pollici di questo smartphone è decisamente una buona unità.
E’ un pannello in risoluzione HD e in tecnologia IPS LCD, è dotato di una buona regolazione cromatica ed ha una discreta profondità del nero. Gli angoli di visione sono validi, ad eccezione del nero che tende a schiarirsi se andiamo a vedere il display di taglio e soprattutto il vetro Gorilla Glass 3 che protegge il display trattiene poche ditate, cosa non scontata per essere uno smartphone che costa 100€. La luminosità massima non è invece altissima ma grazie ad una funzionalità software che schiarisce i colori del display rende i contenuti più leggibili anche in esterna.

Dal punto di vista software troviamo Android 7.1.1 aggiornato alle ultime patch di sicurezza.
Il sistema operativo è stock con pochissime personalizzazioni da parte di Nokia, che si riassumono brevemente nell’introduzione di un icon pack personalizzato, nella presenza dell’app della radio FM e di un’app per il supporto.
Per il resto parliamo di Android Stock e ciò sta permettendo a Nokia di supportare al meglio lo smartphone poiché sta ricevendo mensilmente gli aggiornamenti alle ultime patch di sicurezza e soprattutto è stato promesso che questo dispositivo riceverà nei prossimi mesi Android 8.1 Oreo. Ciò dovrebbe garantire anche varie ottimizzazioni, in particolare dal lato prestazionale. E ciò non può che farmi piacere, perchè è davvero raro trovare un produttore che supporti dal lato software un dispositivo così economico.

Dopo un primo impatto estremamente positivo ho però cominciato ad utilizzare lo smartphone e sono venute alla luce tutte le sue limitazioni Hardware.
Infatti troviamo una CPU Snapdragon 212 coadiuvata da 1 solo GB di RAM ed 8 GB di memoria interna.
Possiamo però fortunatamente espandere la memoria di sistema con una micro SD ed utilizzarla per salvare anche tutte le nostre applicazioni.
Però, purtroppo, non esistono rimedi alla lentezza di questo smartphone che rende a tratti frustrante il suo utilizzo. Infatti il dispositivo è lento nell’apertura delle varie applicazioni e utilizzandolo non è raro vedere qualche scatto, in più il solo GB di RAM rende praticamente inesistente il multitasking, infatti se vogliamo passare da un’app all’altra dal menù delle app recenti 9 volte su 10 dovremo attendere un ricaricamento. Insomma, parliamo di uno smartphone che va bene principalmente per mandare qualche messaggio su WhatsApp, per utilizzare la versione Lite di Facebook o per navigare su internet utilizzando i siti ottimizzati per l’utilizzo mobile e non molto altro.
Anche nel gaming la GPU Adreno 304 non rende l’esperienza appagante poiché anche nei giochi di media pesantezza grafica noteremo che verranno persi vari frame durante una sessione di gioco. 

Nel retro dello smartphone troviamo una fotocamera da 8 megapixel con singolo flash led.
L’interfaccia fotografica è la stessa che avevamo visto nei precedenti modelli dell’azienda e si contraddistingue per la sua semplicità e per le poche impostazioni, ma per questo smartphone secondo me non è un aspetto negativo.
La qualità degli scatti di giorno è sufficiente, la velocità di scatto non è particolarmente rapida e le immagini sono poco dettagliate. Nonostante la presenza dell’HDR automatico la gestione della luminosità non è delle migliori e dovremo alle volte riscattare le immagini perchè sottoesposte o per un errato bilanciamento del bianco.
Quando cala la luminosità ambientale però i tempi di scatto diventano più lunghi, bisogna stare attenti a non far venire le immagini mosse e il rumore ambientale si alza, rendendo le immagini impastate e poco godibili.
La fotocamera anteriore da 5 megapixel invece permette di scattarci dei selfie sufficienti per la categoria.
I video sono girati ad una risoluzione massima HD e in questo caso non si raggiunge la sufficienza: l’assenza della stabilizzazione ottica rende i filmati poco godibili, in più la messa a fuoco automatica è lenta e i video sembrano quasi rallentati, poco fluidi, come se ogni tanto si perdesse qualche frame. Insomma un comparto fotografico che non mi ha convinto particolarmente, anche tenendo conto del costo dello smartphone.

Per ulteriori informazioni sulla durata della batteria, qualità audio e molto altro vi lascio la mia video recensione completa!


Ti potrebbe interessare



Sergio

About Sergio

Appassionato di tecnologia mobile.